<We_can_help/>

What are you looking for?

>Articles posted by g.dileginio

Roma 28 Settembre 2022

Si è conclusa la quinta edizione del Social Football Summit 2022 nella splendida cornice dello Stadio Olimpico di Roma.

Nel pomeriggio spazio alla FIGC con il panel “Media Factory: FIGC”. Nuove piattaforme, strumenti, format e linguaggi per conquistare un pubblico sempre più ampio. Focus sulle strategie messe in campo dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio grazie all’intervento di Giovanni Valentini, Head of Bussiness della Federcalcio: “La Media Factory è una strttura che pensa e produce prodotti esclusivi per la Federazione. Il percorso di creazione è stato lungo, siamo partiti da lontano, 4 anni fa, con la spinta generata dalla vittoria dell’Europeo che ci ha facilitato il lavoro”.

“È una struttura che porta risorse finanziarie importanti per la FIGC, rendendola più autonoma da altre fonti di entrata. Uno dei pilastri su cui si è basata la strategia sono i contenuti, elemento principe del progetto con un nuovo taglio della comunicazione per le nazionali maschili e femminili”.

Il processo di internazionalizzazione del brand Federcalcio è stato aiutato molto dai nuovi account social: “I nuovi canali di comunicazione in cinese ed arabo, l’apertura dei canali LinkedIn e TikTok uniti alla creazione di Live Streaming con Vivo Azzurro Live ci ha permesso di creare contenuti esclusivi e innovativi di successo e molto apprezzati dalla nostra fan base in diversi mercati” ha concluso Valentini.

Oltre 2,5 mila iscritti, un nuovo traguardo per il #SFS22 che ha chiuso la sua quinta edizione con il contributo del Presidente della FIGC Gabriele Gravina intervistato da Luca Marchetti di Sky Sport.

Il Presidente si è soffermato sulla “ferita del mondiale”, soprattutto per i giovani che perdono la possibilità di vedere una Coppa del Mondo: “Il Mondiale è una ferita aperta ma non bisogna abbandonare la coerenza del progetto di rilancio intrapreso, abbiamo avuto coraggio anche nella difficoltà il rilancio del movimento nazionale calcistico è stato coerente”.

“Il rischio di perdere la Gen Z senza mondiali c’è è reale, per questo motivo serve un impegno ancora maggiore, la Media Factory funziona ma bisogna fare di più”, ha affermato il Presidente riferendosi al nuovo pubblico generazionale e al suo coinvolgimento.

“Le riforme”, parlando delle modifiche al regolamento Federale che riguardano i giovani, “Non possono essere ulteriormente rimandate, i ragazzi devono giocare e divertirsi di più facendo meno tattica. In questo ho impiegato tante energie su progetti poi bocciati. Cambieremo le regole del gioco in Consiglio Federale per rivoluzionare il sistema, non è possibile avere il 100% di stranieri in un campionato giovanile”.

L’obiettivo è il Mondiale 2026, dove secondo Gravina il movimento calcistico italiano, spinto dalla Federazione, deve arrivarci nel migliore dei modi con norme e management all’avanguardia in tutti i settori.

In chiusura si è soffermato dell’episodio VAR nella gara Juventus – Salernitana dello scorso 11 settembre: “L’episodio è stato strumentalizzato moltissimo ma non c’è malafede. Si può e si deve migliorare. Il fuorigioco semiautomatico non riduce i tempi decisionali e la sua sperimentazione partirà il giorno in cui tutto sarà pronto sia a livello normativo che tecnico”.

Il Social Football Summit è un progetto dell’agenzia di comunicazione Go Project e della football editorial factory Social Media Soccer.

Roma 28 Settembre 2022 Si è conclusa la quinta edizione del Social Football Summit 2022 nella splendida cornice dello Stadio Olimpico di Roma. Nel pomeriggio spazio alla FIGC con il panel “Media Factory: FIGC”. Nuove piattaforme, strumenti, format e linguaggi per conquistare un pubblico sempre più ampio. Focus sulle strategie messe in campo dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio grazie all'intervento di Giovanni Valentini, Head of Bussiness della Federcalcio: “La Media Factory è una strttura che pensa e produce prodotti esclusivi per la

Roma 28 Settembre 2022 Nel day 2 del Social Football Summit 2022 spazio per la Lega Pro che ha scelto il nostro evento per organizzare l’Assemblea con tutti i presidenti dei 60 club affiliati. Inoltre, nel panel dedicato alle interviste è intervenuto con il giornalista RAI Alessandro Antinelli il Presidente della terza lega professionistica nazionale, Francesco Ghirelli. Il Presidente Ghirelli ha parlato delle proprietà straniere nel calcio italiano che stanno portando una ventata di novità oltre che un cambiamento culturale nella gestione di

Roma 28 Settembre 2022 La mattinata del secondo giorno del Social Football Summit 2022 ha chiuso la prima parte con gli interventi del CT Roberto Mancini e di Daniele De Rossi. Nello Stage 2 “Back Stage” si è svolto il panel “FIGC - Novanta minuti di innovazione del calcio”. Si è parlato di VAR e delle innovazioni apportate da questa tecnologia con Gianluca Rocchi, designatore della Serie A TIM e della Serie BKT. Nello stesso panel il CT della Nazionale maschile Roberto Mancini

Uno dei panel più corposi ed apprezzati con ospiti di primo livello della prima giornata del Social Football Summit 2022 è stato quello sui giovani e la sostenibilità nel mondo del calcio. La Lega B è intervenuta per parlare del futuro del calcio, di costi dell'energia e di infrastrutture. Allo stadio Olimpico di Roma all’interno del panel dedicato, moderato da Maurizio Insardà, sono intervenuti la Ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, il Presidente della Lega Serie B

Roma 27 Settembre 2022 Allo Stadio Olimpico si chiude una prima giornata del Social Football Summit 2022 ricca di spunti ed interventi. Subito dopo la pausa pranzo c’è stata la testimonianza di Khalida Popal, intervistata da Ana Quiles Boix nel panel “Cambiare il modo di pensare, empowerment, diritti umani, inclusione”. L’ex capitano e fondatrice della prima squadra nazionale femminile dell’Afghanistan ha raccontato la sua esperienza dopo la salita al potere dei Talebani: “É stata dura quando il mio paese è finito in