a
Don’t _miss

Wire Festival

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam blandit hendrerit faucibus turpis dui.

<We_can_help/>

What are you looking for?

Premier League Tag

La stagione calcistica europea 2023/24 è stata un anno di traguardi diversi e risultati inaspettati nei cinque principali campionati. Da prestazioni dominanti a sconfitte storiche, i club hanno seguito percorsi vari verso il successo o le difficoltà.

Questo articolo esamina i momenti salienti della stagione 2023/24 attraverso metriche finanziarie e competitive. Confronta le aspettative con i risultati effettivi per identificare i sovra-performanti e i sotto-performanti della stagione, attraverso un confronto tra le cifre finanziarie e le prestazioni sul campo.

I primi 20 club per ricavi operativi totali e le loro posizioni finali in campionato 2023/24

I primi tre club per ricavi operativi totali del 2022/23 hanno dominato i loro campionati nazionali nel 2023/24: Real Madrid CF (830,5 milioni di euro), Manchester City FC (826,0 milioni di euro) e Paris Saint-Germain FC (807,3 milioni di euro). Tra gli altri vincitori di campionato, l’FC Internazionale si è classificato solo terzo per ricavi in Serie A con 385,9 milioni di euro, dietro Juventus FC e AC Milan. I vincitori della Bundesliga, Bayer Leverkusen, non fanno parte della lista poiché i bilanci non erano disponibili al momento della stesura.

Piuttosto che mostrare sorprese positive inaspettate e “outsider”, il confronto tra i primi 20 club per ricavi e le posizioni finali in campionato evidenzia i club che non hanno soddisfatto le aspettative e il potenziale. Il Manchester United FC, secondo per ricavi nella Premier League e quinto in generale, ha concluso la stagione all’8° posto in campionato. Allo stesso modo, i campioni della Serie A 2022/23, SSC Napoli, hanno terminato la stagione al 10° posto.

L’equilibrio del mercato dei trasferimenti che modella le aspettative

Le aspettative iniziali per una stagione sono spesso fortemente influenzate dall’attività del mercato dei trasferimenti. Tuttavia, terminare la stagione con un bilancio positivo del mercato dei trasferimenti non necessariamente ostacola le prestazioni sportive di un club. D’altra parte, un bilancio negativo significativo del mercato dei trasferimenti dovuto a una strategia aggressiva di acquisizione non garantisce il successo sul campo.

L’Atalanta BC esemplifica un club che combina efficacemente un approccio conservativo sul mercato dei trasferimenti con sostenibilità finanziaria e successo sul campo. I bergamaschi hanno vinto la UEFA Europa League, ottenuto il 4° posto in Serie A e raggiunto la finale di Coppa Italia durante la stagione 2023/24, ottenendo anche il secondo miglior risultato in termini di bilancio del mercato dei trasferimenti (+83,5 milioni di euro) tra i club dei cinque principali campionati. Anche l’FC Internazionale ha fatto parte di questa lista e ha conquistato la seconda stella vincendo il loro 20° Scudetto.

Nonostante le prestazioni deludenti nei rispettivi campionati nazionali, Borussia Dortmund e AS Roma hanno mitigato i risultati della loro stagione attraverso la loro corsa nelle competizioni europee. Il Borussia Dortmund ha raggiunto la finale della UEFA Champions League, mentre l’AS Roma è avanzata alle semifinali della UEFA Europa League.

Questa lista è dominata dai club della Premier League, con Paris Saint-Germain e Real Madrid come uniche eccezioni.

Il Chelsea FC ha registrato il maggior saldo negativo nel mercato dei trasferimenti tra i cinque principali campionati (-204,7 milioni di euro), ma ha ottenuto solo il 6° posto in campionato, qualificandosi per il turno di play-off della UEFA Europa Conference League.

Più in basso nella classifica, le significative spese di mercato di Bournemouth FC e Crystal Palace FC hanno portato a piazzamenti a metà classifica, mentre le spese del Burnley FC non sono state sufficienti per evitare la retrocessione.

Sovra-performanti e sotto-performanti

Aston Villa FC, Girona FC, Bayer Leverkusen, VfB Stuttgart, Atalanta BC, Bologna FC e AS Monaco FC sono tra i principali sovra-performanti della stagione 2023/24 nei cinque principali campionati.

Il Bayer Leverkusen ha interrotto la striscia di 11 stagioni di dominio del Bayern Monaco nella Bundesliga conquistando il loro primo titolo di campionato nazionale. Notevolmente, sono anche l’unico club nella storia a completare una stagione imbattuti in Bundesliga. Sebbene i bilanci del Leverkusen non siano ancora disponibili, vale la pena sottolineare che questo grande risultato è avvenuto con un bilancio del mercato dei trasferimenti vicino al pareggio.

Anche lo Stoccarda ha terminato la stagione davanti al Bayern Monaco e parteciperà alla UEFA Champions League per la prima volta dalla stagione 2009/10. Allo stesso modo, in Ligue 1, il Monaco ha concluso la stagione subito dietro il Paris Saint-Germain, qualificandosi per la fase finale della Champions League dopo aver mancato per quattro edizioni.

L’Aston Villa, 9° per ricavi operativi totali nel loro campionato (243,7 milioni di euro), ha ottenuto un piazzamento tra i primi quattro in Premier League, guadagnandosi la qualificazione per la Champions League 2024/25 per la prima volta dalla stagione 1982/83, ponendo fine alla loro lunga assenza dalla principale competizione UEFA.

Passando alla Liga, il Girona, parte del City Football Group, ha concluso la stagione in 3ª posizione nella classifica del campionato. Il club (60,8 milioni di euro di ricavi operativi totali nel 2022/23) ha superato club più prominenti come l’Atlético de Madrid (403,4 milioni di euro di ricavi operativi totali nel 2022/23) ottenendo la sua prima qualificazione alla UEFA Champions League.

In Serie A, l’Atalanta ha ulteriormente consolidato l’eredità di Gian Piero Gasperini coronando i loro recenti successi con un titolo: la UEFA Europa League, vinta contro il Bayer Leverkusen precedentemente imbattuto nella finale di Dublino, dopo aver sconfitto anche il Liverpool FC durante il loro percorso.

Mentre l’Atalanta si sta gradualmente affermando come contendente regolare per i piazzamenti di vertice in Serie A, il Bologna mira a colmare il divario sul campo con i principali club italiani. Sotto la guida di Thiago Motta e del direttore sportivo Giovanni Sartori – che aveva precedentemente operato i suoi miracoli all’Atalanta BC – il club ha ottenuto un piazzamento storico al 5° posto nel campionato nazionale, il loro miglior piazzamento dal 1971. Questo risultato ha anche garantito loro un posto nella fase finale della UEFA Champions League per la prima volta nella loro storia.

Questi grandi risultati possono anche essere tracciati osservando i miglioramenti nei valori delle rose e nei follower sui social media. Tutti i sovra-performanti mostrano una tendenza di crescita in queste aree. Girona (+95%), Stoccarda (+90%) e Bologna (+50%) hanno registrato gli aumenti più notevoli nei valori delle rose rispetto all’inizio della stagione. Inoltre, Girona (+79%), Bayer Leverkusen (+63%) e Atalanta (+40%) hanno sperimentato la crescita più significativa nei follower sui social media.

Il Manchester United FC, il Chelsea FC, il Sevilla FC, l’FC Bayern Monaco, l’SSC Napoli, l’AS Roma e l’Olympique de Marseille sono tra i principali sotto-performanti della stagione 2023/24 nei cinque principali campionati.

Come previsto, i Red Devils e i Blues non hanno soddisfatto le aspettative, soprattutto considerando i loro investimenti sul mercato dei trasferimenti e la loro prominenza nel calcio europeo in termini di ricavi operativi e patrimonio storico. Nonostante abbiano terminato all’8° posto in Premier League, il Manchester United è riuscito a qualificarsi per l’Europa League vincendo la FA Cup, mentre il Chelsea parteciperà alla UEFA Europa Conference League, iniziando la loro campagna solo dai turni preliminari.

Nella Liga spagnola, il Sevilla FC, il 4° club spagnolo per ricavi operativi totali (215,6 milioni di euro), ha concluso la stagione al 14° posto nel campionato nazionale, mancando la qualificazione alle competizioni europee.

Passando alla Bundesliga, un 3° posto nel campionato nazionale e la semifinale della UEFA Champions League potrebbero non sembrare deludenti, a meno che non stiamo parlando del Bayern Monaco e di pochi altri club del panorama calcistico europeo. I bavaresi hanno interrotto la loro striscia di 11 stagioni di titoli nazionali e non hanno nemmeno terminato come secondi classificati. La domanda pressante è se il club tornerà immediatamente a dominare a livello nazionale nelle prossime stagioni, o se il mandato di Xabi Alonso al Bayer Leverkusen prolungherà la pausa del Bayern.

Il Napoli, quarto per ricavi operativi totali tra i club italiani (275,1 milioni di euro), ha registrato il peggior punteggio nella storia del calcio italiano nella stagione successiva alla vittoria dello Scudetto. I partenopei hanno terminato al 10° posto mancando la qualificazione alle competizioni europee. Tuttavia, all’inizio della stagione 2024/25, l’assunzione di Antonio Conte – vincitore di quattro Scudetti in carriera su cinque stagioni complete in Serie A e l’unico allenatore insieme a Jürgen Klopp e José Mourinho a ottenere un titolo nazionale in un campionato dove competeva anche Pep Guardiola – segnala l’intenzione del club di tornare ai vertici della classifica nella prossima stagione.

La Roma e l’Olympique de Marseille hanno concluso la stagione rispettivamente al 6° e all’8° posto nei loro campionati. Questo è particolarmente deludente per l’OM, che è il secondo miglior club in Ligue 1 in termini di ricavi operativi totali (258,4 milioni di euro). Tuttavia, entrambi i club hanno in qualche modo mitigato i risultati insoddisfacenti a livello nazionale raggiungendo le semifinali della UEFA Europa League. Vale anche la pena notare che i giallorossi sono l’unico club tra i sotto-performanti con un bilancio positivo del mercato dei trasferimenti (+68,8 milioni di euro), poiché l’approccio del club sul mercato dei trasferimenti è stato almeno in parte influenzato dall’accordo di regolamento quadriennale in vigore con la UEFA dopo la violazione del Regolamento UEFA sulle Licenze dei Club e sulla Sostenibilità Finanziaria.

In contrasto con i sovra-performanti, i sotto-performanti hanno visto un calo o una stagnazione nel valore delle rose dall’inizio della stagione. Tuttavia, i follower sui social media hanno continuato a crescere. Il Sevilla FC (+63%) e l’AS Roma (+27%) sono stati gli unici club a registrare una crescita significativa in quest’area.

La coerenza del Real Madrid in una stagione di sorprese

La stagione 2023/24 ha visto una ventata di novità in tutte le competizioni, evidenziata da Borussia Dortmund, Atalanta BC, Bayer Leverkusen, ACF Fiorentina e Olympiacos FC che sono arrivati alle finali delle tre competizioni europee, insieme ad altri club che hanno superato le aspettative nei loro campionati nazionali. Nonostante questa stagione estremamente dinamica, un costante punto di riferimento è stato indubbiamente il Real Madrid CF.

Il Real Madrid ha dominato la stagione conquistando il loro 36° titolo della Liga e ottenendo il loro 15° trofeo di Champions League. Tuttavia, il loro successo va ben oltre il campo, poiché la portata globale e il prestigio del marchio del Real Madrid trascendono quello di un semplice club di calcio. Questo impatto globale è evidente anche nel loro seguito sui social media, con i Blancos che attualmente sono il club di calcio più seguito al mondo, vantando 428 milioni di follower e registrando una crescita notevole di 45 milioni di follower (+12%) dall’inizio della stagione 2023/24.

Il Real Madrid sta dettando il ritmo anche nel panorama dei social media a livello di giocatori. Il vincitore del Golden Boy 2023 Jude Bellingham e Vinicius Junior hanno ciascuno accumulato oltre 20 milioni di nuovi follower, posizionandosi tra i primi giocatori in termini di crescita dei follower dall’inizio della stagione.

In generale, dei 15 giocatori in questa lista, 10 erano affiliati al Real Madrid durante la stagione 2023/24. Con Sergio Ramos, un ex giocatore del Real Madrid, e Kylian Mbappé, ora approdato ai Blancos e attualmente valutato 244 milioni di euro secondo la piattaforma di valutazione dei giocatori Football Benchmark a giugno 2024, le uniche eccezioni a questa tendenza includono Erling Haaland, Phil Foden e João Félix.

Come osservato in questa revisione della stagione dei cinque principali campionati, il 2023/24 ha segnato un periodo di trasformazione nel calcio europeo, dove diversi club hanno perseguito obiettivi diversi, dalla gloria del campionato ad altri traguardi. Solo il tempo dirà se ottenere risultati significativi può essere costantemente abbinato alla solidità finanziaria su un periodo prolungato. Inoltre, resta da vedere se l’attuale spostamento del calcio verso club che stanno attualmente forgiando la loro eredità sportiva persisterà, con solo una manciata di potenze tradizionali che mantengono il loro posto al vertice del panorama calcistico.

Questo articolo è realizzato da Football Benchmark.

La stagione calcistica europea 2023/24 è stata un anno di traguardi diversi e risultati inaspettati nei cinque principali campionati. Da prestazioni dominanti a sconfitte storiche, i club hanno seguito percorsi vari verso il successo o le difficoltà. Questo articolo esamina i momenti salienti della stagione 2023/24 attraverso metriche finanziarie e competitive. Confronta le aspettative con i risultati effettivi per identificare i sovra-performanti e i sotto-performanti della stagione, attraverso un confronto tra le cifre finanziarie e le prestazioni sul campo. I primi 20